Mappa Napoli
Guida alle Vacanze e ai Viaggi a Napoli

Piazze

XXI Tappa "Per Via Toledo"



Le altre Piazze di Napoli -->

Itinerario Per Via Toledo -->




PIAZZA DANTE


Piazza Dante è una delle piazze più importanti di Napoli. Oggi risulta uno snodo importantissimo per la città che collega la città antica, via Toledo e i quartieri collinari. Al centro della piazza si erige una statua di Dante Alighieri, e si affacciano tre chiese monumentali: la Chiesa di Santa Maria di Caravaggio, la Chiesa di San Domenico Soriano e la Chiesa di San Michele a Port'Alba. Da ammirare anche l'antica Port'Alba, con accesso a via port'Alba, conosciuta per le numerose librerie, e per una buona pizza sosta forzata sarà l'Antica Pizzeria Port'Alba, storica pizzeria fondata nel 1738.




STORIA ARTE E CULTURA


 Ribattezzata Piazza Dante dal 1860 in tributo a Dante Alighieri, la piazza ha in realtà in passato assunto vari nomi. Anticamente, nella seconda metà del 1500, era chiamata Largo del Mercatello, per il mercato che vi si teneva ogni Mercoledì. Cambiò poi denominazione e fu chiamata Piazza della Conservazione del grano per i granai pubblici ubicati in piazza. Fu anche chiamata successivamente Largo di Port'alba al Mercatello. La piazza è stata utilizzata per scopi diversi nel tempo. Anticamente, nel XVI secolo, vi si teneva addirittura una scuola di equitazione frequentata da nobili e gentiluomini del tempo. 
Nel XVII secolo il vicerè Antonio Alvarez duca d'Alba fece erigere la porta che tutt'ora esiste, incorporata nell'emiciclo voluto da Carlo III ed eseguito da Luigi Vanvitelli. Sull'emiciclo troviamo sulla balaustra ben 26 statue, che rappresentano tutte le virtù del re Carlo III. Fu costruito anche un orologio nel 1858, ma non funzionava e fu abbandonato del tutto per poi essere distrutto nei moti del 1860. Al centro dell'emiciclo doveva essere in origine posto un abside entro la quale si doveva erigire una statua equestre di Carlo III, che non fu però mai realizzata.



Una delle ventisei statue di Carlo III


Nel 1860 la Piazza prese il nome di Piazza Dante e nel 1871 venne posta al centro della piazza una Statua del massimo poeta con dedica annessa solo nel 1931, in piena epoca fascista, con su scritto "All'Italia raffigurata in Dante Alighieri".



Statua di Dante Alighieri


Tre sono le chiese che affacciano su Piazza Dante. La chiesa di S. Maria di Caravaggio costruita nel 1625, e ricostruita nel XVIII secolo da Nauclerio, fu utilizzata dai Padri Scolopi come scuola per i fanciulli partenopei poveri. La chiesa di S. Domenico Soriano fu costruita nel 1698, sorta sulle rovine di una precedente chiesa dedicata a S. Maria della Salute. La chiesa di S. Maria a Port'Alba eretta nel 1620, conserva al proprio interno degli affreschi e dipinti dal gran valore artistico del 700'. 



Chiesa di S. Maria del Caravaggio


Da segnalare anche la presenza del Palazzo Ruffo di Bagnara, palazzo borghese, classico esempio del barocco napoletano. Voluto in origine da un certo Giovanni Battista De Angelis, fu assalito e distrutto nel 1647 dai lazzari di Masaniello che lo svaligiarono e lo incendiarono. Solo molti anni dopo Fabrizio Ruffo di Bagnara acquistò i ruderi del palazzo e diede ordine di rifare la dimora, che così dopo altri restauri, risulta essere così come ancora appare oggi.



Palazzo Ruffo di Bagnara


Infine, ubicata sul lato sinistro di Piazza Dante, possiamo ammirare Port'Alba. L'antica porta prende il nome da don Antonio Alvarez de Toledo, duca d'Alba, e discendente del vicerè spagnolo Don Pedro de Toledo, che diede inizio ai lavori. La porta fu costruita pe aprire un varco nell'antica murazione angioina che impediva alla popolazione il passaggio da una parte all'altra, e che per ovviare a questo problema aveva addirittura forato il muro con passaggi posticci. La costruzione fu affidata all'architetto Pompeo Lauria, e fu decorata con tre stemmi, uno di Filippo III, uno della città di Napoli e uno del Vicerè. Fu arricchitta inoltre della decorazioni di vari affreschi del pittore Mattia Preti, come Vergine con San Gennaro e San Gaetano, e della statua di San Gaetano del 1781. La Porta da accesso a via port'Alba, che difatti unisce Piazza Dante a Piazza Bellini, ed è conosciuta per le sue numerose librerie ed edifici risalenti al Settecento.



Port'Alba




TAPPE E SOSTE "PER VIA TOLEDO"


(1) Via Toledo
(2) Palazzo Cirella
(3) Palazzo Berio
(4) Palazzo Barbaja
(5) Palazzo Zevallos
(6) Palazzo Tocco di Montemiletto
(7) Chiesa di Santa Maria Mercede a Montecalvario
(8) Chiesa di Santa Maria della Concezione a Montecalvario
(9) Chiesa di Santa Maria delle Grazie a Toledo
(10) Piazza Carità
(11) Chiesa di San Nicola alla Carità
(12) Palazzo Mastelloni
(13) Palazzo Della Porta
(14) Palazzo Carafa di Maddaloni
(15) Palazzo Doria D'Angri
(16) Basilica dello Spirito Santo
(17) Chiesa della Santissima Trinità dei Pellegrini
(18) Chiesa di Santa Maria di Montesanto
(19) Palazzo Spinelli di Tarsia
(20) Palazzo De Rosa
(21) Piazza Dante
(22) Palazzo Muscettola di Luperano
(23) Teatro Bellini di Napoli
(24) Via Costantinopoli
(25) Chiesa di Santa Maria di Costantinopoli
(26) Galleria Principe
(27) Palazzo del real Museo (Museo Archeologico Nazionale)


(1) Casa Infante Artigiani del Gelato
(2) Pasticceria Pintauro
(3) Antica Pizzeria Port'Alba
(4) Caffè Mexico



Indietro: Palazzo De Rosa

Avanti: Antica Pizzeria Port

In evidenza
Homepage
Itinerari
Contatti

Arrivare e Muoversi
Come Arrivare
Come Muoversi

Dormire

Mangiare e Bere

Luoghi da Visitare
Piazze
Strade
Chiese
Palazzi
Castelli
Gallerie
Teatri

Da Vivere

Da Sapere



Itinerari
Tutti gli Itinerari
Le Piazze del Potere
Nella Napoli Antica
A Spaccanapoli
Per Via Toledo

Immagini
Interno Duomo

Galleria fotografica

Link

vacanze nel mondo
guidanapoli.com č una guida del circuito InfoVacanze.net