Mappa Napoli
Guida alle Vacanze e ai Viaggi a Napoli

Palazzo Carafa di Maddaloni

XIV Tappa "Per Via Toledo"


Gli altri Palazzi di Napoli -->

Itinerario Per Via Toledo -->




PALAZZO CARAFA DI MADDALONI


Palazzo Carafa di Maddaloni è uno dei pochissimi palazzi di Napoli in stile barocco. L'edificio è ubicato a Via Maddaloni, nei pressi di Via Toledo.




STORIA ARTE E CULTURA


 Palazzo Maddaloni fu uno dei Palazzi nobiliari più importanti e grandiosi di Napoli.
L'edificio fu costruito tra il 1580 e il 1585 dal marchese del Vasto, Cesare d'Avalos. Il Palazzo subì forti modifiche ed abbellimenti nel secolo successivo, nel 1652, ad opera di Diomede Carafa, duca di Maddaloni, un noto personaggio che ebbe un ruolo chiave durante la rivoluzione di Masaniello, suo acerrimo nemico. Spesso descritto come un violento, superbo e soverchiatore, fu destinato quasi per il suo burbero carattere a morire per volontà dei rivoluzionari, ma riuscì ad evitare la stessa solo grazie a stratagemmi vari.
Diomede venne in possesso del palazzo dopo la rivoluzione nel 1652, dopo una specie di baratto di proprietà con Roomer, all'epoca unico proprietario, con due proprietà del Carafa a Posillipo e alla Stella. Si affidò a Cosimo Fanzago per la ristrutturazione e l'abbellimento del nuovo edificio. L'architetto ne rifece la facciata, lo scalone, il loggiato ed il portale in perfetto stile barocco, con la maestosità che ancora oggi lo contraddistingue.
All'interno, nella sala al primo piano, vi sono ancora conservati gli affreschi realizzati da Fedele Fischetti tra il 1766 e il 1770 con scene del Trionfo di Alfonso d'Aragona. La sala fu distrutta il 14 marzo del 1944 durante i bombardamenti, e gli affreschi di Giacomo del Po andarono invece persi.
Il Palazzo appartenne ai Maddaloni fino al 1765, anno in cui Carlo Carafa, figlio di Diomede, avendo dissipato tutto il patrimonio nel gioco, fu costretto a vendere il palazzo, acquistato dal conte Garzilli.
Alcuni ambienti furono adibiti ad uffici, e qui vi ebbe sede anche la Suprema Corte di Giustizia, come ricorda una delle tre epigrafi sulla facciata del palazzo. Un altra epigrafe è dedicata a Luigi Miraglia, sindaco di Napoli, che abitò all'interno del palazzo per un periodo, mentre la terza è dedicata a Leopoldo Rodiò, studioso e filantropo.
L'edificio è stato ristrutturato nel 2011 per ridargli l'antico splendore.



Portale del palazzo




TAPPE E SOSTE "PER VIA TOLEDO"


(1) Via Toledo
(2) Palazzo Cirella
(3) Palazzo Berio
(4) Palazzo Barbaja
(5) Palazzo Zevallos
(6) Palazzo Tocco di Montemiletto
(7) Chiesa di Santa Maria Mercede a Montecalvario
(8) Chiesa di Santa Maria della Concezione a Montecalvario
(9) Chiesa di Santa Maria delle Grazie a Toledo
(10) Piazza Carità
(11) Chiesa di San Nicola alla Carità
(12) Palazzo Mastelloni
(13) Palazzo Della Porta
(14) Palazzo Carafa di Maddaloni
(15) Palazzo Doria D'Angri
(16) Basilica dello Spirito Santo
(17) Chiesa della Santissima Trinità dei Pellegrini
(18) Chiesa di Santa Maria di Montesanto
(19) Palazzo Spinelli di Tarsia
(20) Palazzo De Rosa
(21) Piazza Dante
(22) Palazzo Muscettola di Luperano
(23) Teatro Bellini di Napoli
(24) Via Costantinopoli
(25) Chiesa di Santa Maria di Costantinopoli
(26) Galleria Principe
(27) Palazzo del real Museo (Museo Archeologico Nazionale)


(1) Casa Infante Artigiani del Gelato
(2) Pasticceria Pintauro
(3) Antica Pizzeria Port'Alba
(4) Caffè Mexico



Indietro: Palazzo Della Porta

Avanti: Palazzo Doria D

In evidenza
Homepage
Itinerari
Contatti

Arrivare e Muoversi
Come Arrivare
Come Muoversi

Dormire

Mangiare e Bere

Luoghi da Visitare
Piazze
Strade
Chiese
Palazzi
Castelli
Gallerie
Teatri

Da Vivere

Da Sapere



Itinerari
Tutti gli Itinerari
Le Piazze del Potere
Nella Napoli Antica
A Spaccanapoli
Per Via Toledo

Immagini
Interno Duomo

Galleria fotografica

Link

vacanze nel mondo
guidanapoli.com č una guida del circuito InfoVacanze.net