Mappa Napoli
Guida alle Vacanze e ai Viaggi a Napoli

Galleria Umberto I

XI Tappa "Le Piazze del Potere"



Le altre Gallerie di Napoli -->

Itinerario Le Piazze del Potere -->




GALLERIA UMBERTO I


La Galleria Umberto I, costruita a fine 800', è la Galleria più famosa di Napoli. Qui si può gustare un buon caffè nei bar, godere delle vetrine dei negozi, oppure visitare le bellezze pittoriche dei dipinti del settecento della Chiesa di Santa Brigida. La Galleria presenta all'esterno degli archi imponenti d'entrata e all'interno due strade di elegantissimo pavimento a intarsi marmorei che si incrociano ortogonalmente al di sotto della Cupola.




STORIA ARTE E CULTURA


 Costruita in appena tre anni tra il 1887 e 1890, proprio mentre a Parigi Eiffel progettava e costruiva la sua famosa Torre Eiffel, la Galleria Umberto colpisce ancora oggi per maestosità, eleganza e complessità della struttura. Fu costruita al seguito di una forte epidemia di colera che portò ad una bonifica e sventramento dei quartieri sovraffollati del Pendino, Porto, Mercato e Vicaria, per far posto alla Galleria progettata dall'ingegnere Emanuele Rocco. Il suo progetto prevedeva la costruzione di quattro ampi edifici, collegati ed impreziositi da una grande galleria in vetro e ferro dell'ingegner Paolo Boubèe con al centro una Cupola, e con quattro diversi ingressi.
Inaugurata nel 1892 dal sindaco Nicola Amore, divenne presto il centro mondano della città. La costruzione della Galleria fu voluta non solo per una funzione commerciale e sociale, ma anche monumentale (tenendo in considerazione l'importanza dei monumenti nelle vicinanze). Inoltre grazie alla costruzione della Galleria si permetteva di dare un riparo pubblico alle persone durante le intemperie, un luogo che potesse anche intrattenere così i cittadini con negozi, botteghe e quant'altro si trovava al suo interno.



Interno Galleria Umberto I


Per quel che riguarda la parte esterna della Galleria, essa presenta quattro diversi ingressi: Via San Carlo, Via Santa Brigida, Via Toledo e Via Verdi. L'ingresso principale è quello di Via San Carlo, composto da una facciata ad esedra, con in basso un porticato retto da colonne di travertino e da due archi ciechi, con ingresso all'ambulacro, ed un altro ingresso alla Galleria.
Sulle colonne poste ai lati dell'arco di sinistra sono rappresentate mediante statue in marmo i quattro continenti. La prima figura da sinistra è una donna con una lancia in mano e con ai piedi una lapide con scritto Corpus Juris Civilis, e rappresenta l'Europa. La seconda figura che stringe una coppa, rappresenta l'Asia. La terza figura con sembianze e costumi africani, mantiene con una mano un casco di banane e con l'altra si appoggia sopra una sfinge, rappresenta l'Africa. Infine l'ultima figura ha in una mano destra un fascio littorio e ai piedi un volume di tavole geografiche con un globo terrestre (in riferimento alla scoperta del nuovo continente) e rappresenta l'America. Al di sopra delle statue due nicchie contenenti a sinistra la Fisica e a destra la Chimica. Sdraiati sul fastigio il Telegrafo e il Vapore, che affiancano la figura della Abbondanza, conferendo tramite tali sculture fiducia nella scienza e nel progresso.
Sulle colonne dell'arco di destra ci sono altre quattro statue che rappresentano le quattro stagioni Autunno, Inverno, Primavera ed Estate che rappresentano il passare del tempo a cui sono collegate le attività umane rappresentati dalle nicchie sovrastanti dove troviamo il Genio della scienza ed il Lavoro. Sdraiati sul fastigio troviamo il Commercio e l'Industria miti borghesi per eccellenza, semisdraiati ai lati della Ricchezza.
Le altre facciate degli altri ingressi presentano strutture simili, seppur in tono minore. La facciata su via Toledo ha ai lati dell'ingresso due coppie di putti con scudi entro i quali ci sono gli emblemi dei due seggi di Napoli. La facciata su via Santa Brigida ha negli stessi scudi sorretti dai putti gli emblemi dei seggi di Porto. Infine nella facciata di Via Verdi ha l'emblema del seggio di Nido.



Facciata Via San Carlo


La Galleria all'interno è strutturata da due strade che si incrociano ortogonalmente coperte da una vetrata e da una Cupola e delimitate da quattro edifici.
La volta in vetro e ferro, progettata da Paolo Boubèe, si armonizza perfettamente con la struttura. Nella Cupola troviamo otto pennacchi con otto figure femminile che sorreggono i lampadari. Sul tamburo della Cupola è visibile la stella di Davide, il motivo della sua presenza è sconosciuto.
Nel pavimento sotto la Cupola troviamo mosaici raffiguranti i venti e i segni dello zodiaco costruiti nel 1952 per sostituire i vecchi mosaici andati distrutti durante la guerra.



Cupola vista dall'Interno


Celebre fu nella Galleria il Salone Margherita, collocato nella parte sottostante, che fu sede dello svago notturno per un buon ventennio dei napoletani, accogliendo al suo interno anche personaggi di un certo spicco quali D'Annunzio, Crispi, Serao, Scarfoglio.
Alla Galleria Umberto si collega anche la figura dello Sciuscià, il lustrascarpe della città. Per ben 50 anni vi hanno operato al suo interno, e solo ai nobili o agli uomini ricchi era consentito l'usanza di farsi lustrare le scarpe all'interno della Galleria.




TAPPE E SOSTE "LE PIAZZE DEL POTERE"


(1) Piazza del Municipio
(2) Teatro Mercadante
(3) Castel Nuovo (Maschio Angioino)
(4) Teatro San Carlo
(5) Palazzo Reale
(6) Piazza del Plebiscito
(7) Basilica di San Francesco di Paola
(8) Piazza Trieste e Trento
(9) Palazzo del Cardinale Zapata
(10) Chiesa di San Ferdinando
(11) Galleria Umberto I
(12) Palazzo San Giacomo
(13) Via Medina
(14) Chiesa di Santa Maria Incoronata


(1) Gambrinus
(2) Il Vero Bar del Professore
(3) Trattoria Medina



Indietro: Chiesa di San Ferdinando

Avanti: Palazzo San Giacomo

In evidenza
Homepage
Itinerari
Contatti

Arrivare e Muoversi
Come Arrivare
Come Muoversi

Dormire

Mangiare e Bere

Luoghi da Visitare
Piazze
Strade
Chiese
Palazzi
Castelli
Gallerie
Teatri

Da Vivere

Da Sapere



Itinerari
Tutti gli Itinerari
Le Piazze del Potere
Nella Napoli Antica
A Spaccanapoli
Per Via Toledo

Immagini
Interno Duomo

Galleria fotografica

Link

vacanze nel mondo
guidanapoli.com č una guida del circuito InfoVacanze.net