Mappa Napoli
Guida alle Vacanze e ai Viaggi a Napoli

Chiesa di San Domenico Maggiore

XI Tappa "A Spaccanapoli"


Le altre Chiese di Napoli -->

Itinerario A Spaccanapoli -->




CHIESA DI SAN DOMENICO MAGGIORE


La Chiesa di San Domenico Maggiore, ubicata a Piazza San Domenico Maggiore lungo il Decumano Inferiore (Spaccanapoli), è una delle chiese napoletane più note per storia ed arte. Da segnalare all'interno i moltissimi affreschi, l'elegantissima sagrestia dal barocco settecentesco, e vari monumenti sepolcrali.




STORIA ARTE E CULTURA


 Il nucleo originario della Basilica di San Domenico Maggiore era composto dalla vecchia Chiesetta di San Michele Arcangelo a Morfisa, che per volere di Carlo II d'Angiò fu ricostruita ed ampliata tra il 1283 e 1324 e dedicata a Santa Maria Maddalena, cambiando il nome in San Domenico Maggiore. La chiesa fu costruita in rigoroso stile gotico, con accesso principale in un cortile interno al complesso, com'era usuale fare prima del Concilio di Trento, che decretò successivamente lo spostamento dell'apertura delle chiese sulla strada, cosa che avvenne con l'apertura della parte dell'abside del portale secondario; oggi unico punto d'accesso della chiesa. 
L'interno della chiesa è a croce latina, con tre navate insistenti su archi gotici, ricostruita e restaurata più volte per danneggiamenti che subì nel corso del tempo per terremoti e incendi, trasformata poi con il restauro barocco, fortemente voluto dal priore Tommaso Ruffo di Bagnara, che arricchì la chiesa con decorazioni in stucco e oro, con la realizzazione del soffitto ligneo a cassettoni, con il rifacimento dell'altare maggiore ad opera di Cosimo Fanzago e con il pavimento disegnato da Antonio Vaccaro. Solo successivamente, grazie all'architetto Federico Travaglini, furono ripristinate in parte le decorazioni in stile neogotico dei marmi medievali, donando agli interni l'aspetto originario.



Interno della chiesa


 Si deve a Giovan Battista Nauclerio la sistemazione della settecentesca Sagrestia con pregiati pavimenti e armadi lignei, affrescata da Francesco Solimena nel 1709 con Il Trionfo della Fede sull'eresia ad opera dei Domenicani, una delle sue più importanti opere, simboleggiante la potenza della Fede cattolica.



Sagrestia


 Nella grande sala rettangolare son stati poste le arche sepolcrali dei protagonisti della storia di Napoli. Le prime spoglie sono dei figli di Giandomenico Milano, marchese di San Giorgio. Più avanti si trova la cassa sepolcrale di Giovanni Antonio Petrucci, conte di Policastro e segretario di Stato della dinastia aragonese. Ancora proseguendo si trovano le salme delle spoglie di Ludovico Guglielmo di Moncada e Aragona, duca di Montalto e cardinale, quelle di Ferdinando Orsini, duca di Gravina e quello di Pietro d'Aragona, duca di Montalto. L'ultima cassa conserva le spoglie di Isabella d'Aragona, duchessa di Milano e figlia di re Alfonso II. Nel secondo lato del corridoio vi sono nove casse sepolcrali con un dipinto raffigurante la Morte, e la prima delle casse contiene le spoglie di Alfonso I d'Aragona, detto il Magnanino. Vicino a tale cassa, ne troviamo subito un altra con le spoglie di re Ferdinando I d'Aragona, detto Ferrante il Pacifico. Proseguendo ecco le spoglie di re Ferdinando II d'Aragona, detto Ferrandino, e poi quella della regina Giovanna d'Aragona. Altre quattro casse non sono rinoscibili, mentre l'ultima contiene le spoglie della Principessa di Savoia, figlia di Vittorio Emanuele I, morta a solo venti giorni dalla nascita. Nel tarzo lato del corridoio ci sono altre sedici casse sepolcrali delle famiglie nobili del regno di Napoli.



Gran Sala Rettangolare


 All'interno della chiesa sono numerose le opere d'arte. Da ammirare le sculture cinquecentesche di Giovanni da Nola e Tommaso Malvito. Erano qui conservate un tempo opere di grande rilievo quali la Flagellazione di Caravaggio, l'Annunciazione di Tiziano (entrambe sono ora al Museo di Capodimonte), la Madonna del Pesce di Raffaele (ora conservato all'Escorial di Madrid), due Santi di Guido Reni (andati perduti) e la Madonna col Bambino e San Tommaso d'Aquino di Luca Giordano (trafugata). Sono presenti sulla navata destra la Madonna del Rosario e personaggi della famiglia Carafa di Cornelius Smet, il Sepolcro di Tommaso Brancaccio di Jacopo della Pila, la Madonna col Bambino e Santi Domenicani di Francesco Solimena, una serie di affreschi di Pietro Cavallino raffiguranti le Storie di San Giovanni Evangelista, la Crocifissione, la Maddalena, i Santi Pietro e Andrea, il Battesimo di Cristo di Marco Pino, la Madonna dell'Umiltà di Roberto d'Oderisio, la Resurrezione di Wenzel Cobergher, il Sepolcro di Diomede Carafa di Jacopo della Pila con Tommaso Malvito e Domenico Gagini, l'Annunciazione di Fabrizio Santafede, il Sepolcro di Galeazzo di Pandone di Giovanni da Nola e Giovan Tommaso Malvito, il Sepolcro di Tommaso Brancaccio di Jacopo della Pila, il Sepolcro di Alessandro Vicentini di Matteo Bottiglieri. Nella navata sinistra si trovano invece la Flagellazione di Andrea Vaccaro, la Madonna della Neve tra San Giovanni Battista e San Matteo di Giovanni di Nola, il Cenotafio di Giambattista Marino di Bartolomeo Viscontini, il Monumento sepolcrale di Leonardo Tomacelli di Giovan Tommaso  Malvito, la statua di San Giovanni Battista di Girolamo d'Auria, la Madonna col bambino di Tino da Camaino, il Sepolcro di Bernardino Rota di Giovan Domenico e Girolamo d'Auria, il Sepolcro di Malizia Carafa di Jacopo della Pila e San Giuseppe di Luca Giordano.




TAPPE E SOSTE "A SPACCANAPOLI"


(1) Largo Monteoliveto
(2) Chiesa di Sant'Anna dei Lombardi
(3) Palazzo Orsini di Gravina
(4) Piazza del Gesù Nuovo
(5) Chiesa del Gesù Nuovo
(6) Decumano Inferiore (Spaccanapoli)
(7) Basilica di Santa Chiara
(8) Palazzo Filomarino
(9) Palazzo Venezia
(10) Piazza San Domenico Maggiore
(11) Chiesa di San Domenico Maggiore
(12) Palazzo Sangro di Casacalenda
(13) Palazzo Petrucci
(14) Palazzo Saluzzo di Corigliano
(15) Via Mezzocannone
(16) Palazzo di Sangro
(17) Cappella di San Severo
(18) Piazzetta Nilo
(19) Chiesa di Sant'Angelo a Nilo
(20) Palazzo Diomede Carafa
(21) Palazzo del Monte di Pietà
(22) Via San Gregorio Armeno
(23) Chiesa di San Gregorio Armeno
(24) Chiesa dei Santi Severino e Sossio
(25) Palazzo Marigliano
(26) Basilica di San Giorgio Maggiore
(27) Palazzo Cuomo


(1) Gay Odin
(2) Bar Nilo



Indietro: Piazza San Domenico Maggiore

Avanti: Palazzo Sangro di Casacalenda

In evidenza
Homepage
Itinerari
Contatti

Arrivare e Muoversi
Come Arrivare
Come Muoversi

Dormire

Mangiare e Bere

Luoghi da Visitare
Piazze
Strade
Chiese
Palazzi
Castelli
Gallerie
Teatri

Da Vivere

Da Sapere



Itinerari
Tutti gli Itinerari
Le Piazze del Potere
Nella Napoli Antica
A Spaccanapoli
Per Via Toledo

Immagini
Interno Duomo

Galleria fotografica

Link

vacanze nel mondo
guidanapoli.com č una guida del circuito InfoVacanze.net